Come scegliere i tavoli per la casa

Nella progettazione dell’arredo di casa riveste un ruolo fondamentale la scelta dei tavoli più adatti.

Il tavolo infatti non è un complemento di arredo come un altro, ma il vero protagonista di ambienti come il soggiorno e la cucina, presso il quale una famiglia trascorre alcuni dei suoi momenti più intensi, tra pasti ed eventuali sessioni di lavoro.

Per arrivare sicuri alla fase dell’acquisto dei tavoli bisogna avere alle spalle una meticolosa opera di valutazione, per non rischiare di incorrere in errori fastidiosi e assolutamente evitabili.

 

Le dimensioni dei tavoli

 

Il primo elemento da considerare nella scelta del tavolo perfetto è dato dalle dimensioni e dall’organizzazione degli spazi.

Le soluzioni saranno differenti a seconda che la propria casa risponda ad un sistema tradizionale di divisione degli ambienti o viceversa disponga di un moderno open space unico per la zona giorno.

Nel primo caso, la metratura a disposizione sarà circoscritta, di volta in volta, ad un unico vano, e ciò andrà inevitabilmente a condizionare la scelta finale.

Per cucine o soggiorni di piccole dimensioni, la soluzione ideale è quella dei tavoli allungabili.

Il loro punto di forza è quello di garantire da una parte un ingombro minimo per una vivibilità quotidiana degli ambienti e dall’altra di consentire un allargamento del piano di appoggio per accogliere comodamente parenti e amici a pranzo o a cena.

tavoli allungabili economici prezzi

Modernissimi e super funzionali per le cucine sono in particolare i tavoli a scomparsa da “nascondere” all’interno di cassetti e le penisole estraibili.

Qualora la zona giorno sia invece un immenso spazio unico scandito da piccoli elementi divisori, sarà possibile “giocare” maggiormente con le dimensioni del tavolo, sbizzarrendosi tra misure standard e maxi.

Ciò che non bisogna mai dimenticare, però, è che il tavolo non deve avere una taglia sproporzionata rispetto all’ambiente e al mobilio in cui è inserito e che nella prevalutazione relativa al suo ingombro è necessario mettere in conto anche le sedute.

In linea di massima, ciascun commensale per godere della libertà di movimento dovrà disporre di uno spazio di circa 60 cm, e, intorno a questo, dovrà esserne individuato un altro per una percorribile zona di passaggio.

 

Le forme  allungabili

 

Altra caratteristica cruciale che va ad incidere su una ottimale scelta del tavolo è la sua forma.

La più diffusa è quella rettangolare, che, a parità di ingombro, garantisce la disponibilità di un più alto numero di sedute.

Per ambienti dalla pianta quadrata è consigliabile invece un tavolo della medesima forma o dalla forma rotonda.

Il tavolo quadrato di dimensioni standard è ideale per i piccoli ambienti che devono ospitare un massimo di 4 commensali.

Ne esistono versioni anche più grandi, come quelle pensate per accogliere un numero di ospiti pari a 8.

Attenzione però: un tavolo coi lati tutti uguali ha una forma visivamente forte, inadatta ad ambienti troppo ristretti, che risulterebbero immediatamente congestionati.

Come ritrovato un po’ vintage, sta tornando inoltre di moda il tavolo rettangolare a spigoli smussati o arrotondati, utile a garantire una massima sicurezza in caso di bambini per casa.

 

I materiali e i colori

 

Infine, una buona scelta deve avere riguardo della portata estetica del tavolo da inserire in una stanza.

Le colorazioni non devono stonare con quelle che caratterizzano l’arredamento già presente, ma ancora più importante è la selezione dei materiali.

Un arredamento dal gusto antico è preferibilmente abbinato con massicci tavoli di legno, mentre ad un design più moderno o minimal si adatta bene un tavolo in cristallo, vetro o plastica dalle linee essenziali.

Il consiglio finale è quello di approfittare di una svendita tavoli proposte di tanto in tanto dagli outlet online in modo da risparmiare il più possibile, acquistando comunque un tavolo di qualità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *