Strumenti da laboratorio cosa sono e dove trovarli

microscopio professionaleGli strumenti da laboratorio sono quella serie di apparecchiature di misura scientifiche essenziali per il corretto svolgimento del lavoro all’interno di un laboratorio, o di un reparto di analisi e ricerca interno a un’azienda. Si tratta principalmente di misuratori elettronici, o meccanici a forte componente elettronica, che permettono di effettuare particolari processi di analisi, controllo e sperimentazione.

Negli anni la ricerca ha portato alla progettazione e conseguente realizzazione di strumenti da laboratorio sempre più innovativi e specifici, come ad esempio il Viscosimetro. Il Viscosimetro è uno strumento la cui principale funzione è quella di stabilire una corretta misurazione del grado di resistenza e viscosità di differenti tipi di fluidi. Fu inventato da Karl Oswald Victor Engler, chimico e accademico tedesco vissuto a cavallo tra il XI e il XX secolo.
Ad oggi ne esistono diversi tipi:
• Viscosimetri a capillare e a bolla, che permettono di misurare con estrema precisione la viscosità cinematica di campioni di fluido che devono essere termostatati.
• Viscosimetri portatili, che rendono possibili la misurazione della viscosità direttamente sul campo, senza alcun bisogno di trovarsi fisicamente in laboratorio. Sarà così possibile verificare il livello di viscosità durante i processi produttivi per testare l’andamento del lotto di prodotto, permettendo di intervenire immediatamente sul ciclo produttivo e apportare delle modifiche qualora ce ne sia il bisogno.
• Viscosimetri rotazionali, strumenti essenziali nella determinazione del livello di viscosità nei diversi liquidi Newtoniani e non, in base alle caratteristiche chimico-fisiche del prodotto. Questa particolare categoria di viscosimetro viene principalmente impiegata nelle analisi di laboratorio ma anche per tenere costantemente sotto controllo la viscosità del prodotto durante tutti i processi produttivi che ne caratterizzano la lavorazione.
I Viscosimetri rotazionali vengono utilizzati in svariati campi, da quello farmaceutico, a quello alimentare, chimico, cosmetico ecc.
Oltre al viscosimetro, la strumentazione da laboratorio è molto varia. Tra gli strumenti da laboratorio di uso più frequente vi sono:
Agitatori magnetici e meccanici: utili per mescolare diverse sostanze attraverso l’uso di campi magnetici o meccanismi di pale. Vengono principalmente utilizzati nei laboratori ove vengono svolte delle analisi.
Anemometri ad ultrasuoni e portatili: particolari strumenti di misura utilizzati per determinare la velocità, la temperatura e la pressione barometrica del vento.
Balometri: strumenti che vengono usati per misurare la portata e la temperatura dell’aria che fuoriesce dai diffusori degli impianti di condizionamento.
Barometri: dispositiviche permettono di misurare la pressione atmosferica.
Calibratori: strumenti che vengono utilizzati per controllare e calibrare i sensori industriali, sia analogici che digitali. Anche in questo caso ne esistono diverse tipologie, tra i quali quelli a pressione e quelli portatili.
Camere climatiche: permettono di tenere sotto controllo le condizioni ideali di temperatura ed umidità.
Centrifughe: strumenti che vengono impiegati molto spesso in laboratorio per separare, in un fluido, la componente solida dalla componente liquida, grazie all’azione della forza centrifuga generata all’interno del cestello dello strumento
Conduttimetri: Strumenti digitali utilizzati per la misurazione di determinate proprietà delle soluzioni acquose, tra le quali la conducibilità, salinità, resistività e la temperatura. Esistono anche in versione multiparametro, permettendo la misurazione contemporanea di diverse grandezze elettrochimiche.
Datalogger: strumenti per la misura e la registrazione di svariate grandezze chimiche e fisiche, tra le quali la temperatura, la pressione, l’umidità, il ph, la conducibilità ecc. Ne esistono di diversi categorie, in base alle varie funzioni che vanno a svolgere.
Dinamometri: apparecchi utilizzati per la misura di carichi sospesi.
• Incubatori: macchine utilizzate in diversi ambiti, da quelli farmaceutici al laboratorio di ricerca, alla medicina.
Microscopi: strumenti scientifici essenziali per i laboratori poiché permettono di ingrandire campioni di piccolissime dimensioni, permettendone lo studio approfondito.
Phmetri: apparecchi elettronici utilizzati per misurare il ph di un liquido, o anche di campioni solidi e semi solidi attraverso l’uso di particolari sonde.
• Termobilance: particolari bilance usate per l’analisi del grado di umidità contenuto in differenti materie prime e non.
Torbidimetri: strumenti che, attraverso lo sfruttamento dell’assorbimento e della riflessione di raggi luminosi, permettono di determinare il livello di torbidità di una soluzione.
Volumometri: strumenti che permettono la determinazione del volume di alcuni prodotti.

Questi, come già detto in precedenza, sono solo alcuni dei molteplici strumenti che vengono utilizzati in laboratorio da tecnici specializzati. E’ possibile acquistarli presso alcuni grandi rivenditori online specializzati oppure rivolgendosi a produttori di materiale medicale o industriale.

Una azienda online (ma anche offline) dove è possibile trovare un’ampia gamma di strumenti di misura professionale è la GEASS  per la quale merita dare un’occhiata al sito, veramente completo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *