Proteggere i software con i Dongle USB della Rockey

I Dongle USB

Le moderne necessità di lavoro portano ad un utilizzo sempre più ampio del computer, di software specialistici e, naturalmente della rete. Si tratta di strumenti fondamentali, senza i quali oggi sarebbe impensabile poter lavorare in modo professionale e veloce ma che, tuttavia, sono spesso soggetti ad attacchi da parte di pirati informatici.

Che siano attacchi a scopo di protesta etica o per spionaggio industriale probabilmente poco importa, perché il risultato finale si traduce sempre nello stesso: lavoro perso ed ingenti danni economici legati alla distruzione di dati ed informazioni fondamentali.

Per evitare questo tipo di problema, Partner Data, da oltre trent’anni nel settore della lotta alla pirateria informatica, ha realizzato una serie di soluzioni che permettono di poter lavorare in modo sicuro e protetto. Per questo motivo, l’azienda milanese progetta e distribuisce dei comodi dongle USB, ossia chiavi di protezione hardware per rendere inaccessibili ad estranei il proprio pc e il proprio lavoro.

Caratterizzati da chip tipo smart card, i dongle Rockey sono in grado di soddisfare tutti i tipi di esigenze per combattere la pirateria informatica, proteggendo software, cartelle, documenti e dati in rete. Tutte le chiavi di protezione hardware della Rockey sono caratterizzate da alcuni parametri comuni, tra cui quello di essere driverless, ossia di potere essere utilizzate senza la necessità di installare driver, e quella di poter funzionare istantaneamente sulle tre più comuni piattaforme: Linux, Mac OS e Windows. Inoltre, tutti i dongle Rockey sono molto semplici da utilizzare e presentano prezzi molto accessibili.

dongle usb rockey

La protezione del software e dei dati

Le chiavi di protezione della Rockey rappresentano una valida soluzione al problema della sicurezza dei computer. Esistono, naturalmente, una serie di diverse possibilità per proteggere i propri dati, come, ad esempio, la programmazione di software specifici.

Tuttavia si tratta di soluzioni non aperte a tutti, visto che bisogna essere esperti del settore per poter sviluppare programmi in grado di proteggere in maniera efficace il proprio lavoro. Inoltre, non è detto che la realizzazione di un software proprietario presenti caratteristiche tali da garantire livelli di sicurezza a prova di hacker. Per soddisfare le più differenti esigenze, Partner Data offre ben sei differenti tipologie di chiavi di protezione hardware Rockey, ognuna con peculiarità particolari.

 

I dongle Rockey

I modelli dei dongle Rockey, le cui caratteristiche vengono ben evidenziate sul sito, all’indirizzo http://rockey.it/i-modelli sono sei, ossia Rockey 2, Rockey 4nd, Net Rockey 4nd, Rockey 4 Smart, Store Rockey 4 Smart e Rockey 7.net.

Come si può immaginare, il modello Rockey 2 è il modello base che, pur assicurando una protezione molto elevata grazie alla sua caratterizzazione tramite codice univoco e non modificabile, è dotato da una memoria non troppo ampia, ossia di 2560 byte. La protezione dei software può avvenire tramite Envelope o tramite API di programmazione.

I modelli successivi, Rockey 4nd e Net Rockey 4nd si differenziano tra di loro solo perché il modello Net assicura anche la protezione dei programmi in rete. Le caratteristiche principali di questi dongle sono sicuramente la presenza di CPU, di memoria e di firmware che assicurano la massima protezione e che, pur permettendo la duplicazione di software, non ne permettono l’utilizzo se non dopo l’inserimento della chiave stessa nella porta USB. La sicurezza delle chiavi Rockey 4nd è garantita dalla presenza di 2 set di password non modificabili a 64 bit.

I modelli Smart, ossia Rockey 4 Smart e Store Rockey 4 Smart sono basati su chip smart card che ne assicurano una funzionalità e resistenza maggiori rispetto ai modelli precedenti. La sicurezza di queste chiavi si basa sulla presenza di 4 password di trasporto modificabili che possono quindi essere personalizzate a proprio piacimento. Il modello Store Rockey 4 Smart, inoltre, è caratterizzata da una memoria flash di 2 giga che può essere ripartita e, su richiesta dei clienti, modificata nelle dimensioni.

Il massimo livello di protezione dei programmi e documenti è dato dal dongle Rockey 7.Net, una chiave di protezione caratterizzata da un chip da smart card a 32 bit, che assicura rapidità di esecuzione e livelli di protezione massimali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *